Post in evidenza

Friggere o Congelare

L'assalto alla guerra meteorologica in California si sta intensificando Gli ingegneri del clima continuano a martellare l...

mercoledì 11 ottobre 2017

Il numero di Dunbar - il contatto sociale


 

Hai delle vere amicizie?
Aristotele pensa che tu non le possieda

di Scotty Hendricks 
30 settembre 2017 
dal sito BigThink

Pensate al nome dei vostri cinque amici più vicini ... 

Pensate alle persone con cui potete parlare di qualsiasi cosa, quelle persone che avete conosciuto da un po' di tempo, quelle che puoi sempre chiamare. 

Ora, pensa a quante persone su Facebook si possono davvero definire qualcosa di simile a quel gruppo che hai pensato. Tutti noi abbiamo su Facebook un "amico" della scuola che non pensiamo fino al giorno del suo compleanno.

Il numero di Dunbar, è il presunto e significativo numero di rapporti sociali che si possono avere, ed è di 150. 

L'utente medio di Facebook ha un numero molto maggiore di amici di quello sopra citato, 
  • Quanti di loro sono veramente persone che ancora conosci? 
  • Quanti di loro sono persone che vorreste vedere per un motivo qualsiasi
  • cosa ci piace della loro presenza? 
  • Quanti dei tuoi amici si possono annoverare come i tuoi "amici"? 
  • Come puoi discernere la differenza? 
  • Qual è la differenza? 
Nel suo etico capolavoro L'etica di Nicomachean, Aristotele si immerge con la sua brillante mente sul problema di quale amicizia in realtà si possa definire tale. 

Aristotele non vede solo una retta vita che richiede la virtù, un bene interiore a cui siamo in gran parte responsabili; ma richiede anche beni esterni che facilitano in sé le virtù divertenti. 

Tali cose includono l'essere greco, maschio, benestante finanziariamente, istruito, ragionevolmente sano, avere una decente fortuna e avere buoni amici. La questione di ciò che è un amico assume una nuova importanza per lui.

Nell'VIII° libro  di questo lavoro definisce tre tipi di amicizie e una virtù di amicizia, "Filia" o amore fraterno. 

Come per tutte le virtù di Aristotele, Philia è il punto intermedio tra due vizi. La mancanza di amore fraterno conduce al vizio dell'egoismo, mentre la persona che è troppo amichevole con tutti è anch'egli viziosa a modo suo.
Aristotele sarebbe d'accordo sul fatto che,
"L'amico di tutti è un amico di nessuno". 
Per essere una persona autoritaria, nel senso aristotelico, devi dominare l'arte dell'amicizia.

Ma quali sono i tre tipi di amicizie?

L'amicizia dell'utilità è il primo tipo di amicizia che Aristotele menziona. 
Queste amicizie si basano su ciò che le due persone coinvolte possono fare per l'altro e spesso hanno poco a che fare con l'altro individuo come persona. La persona a cui si offre un drink in modo da poter avere dei biglietti, mettere una buona parola per te, o anche solo per farti guardare meglio dagli altri. 

Tali amicizie come questa includono l'offerta di ospitalità, così afferma Aristotele. Queste amicizie possono finire rapidamente, non appena si avrà raggiunto il possibile utilizzo dell'altra persona.

Il secondo è l'amicizia del piacere. Queste sono le amicizie basate sul godimento di un'attività condivisa e il perseguimento di piaceri e emozioni fugaci. La persona con cui bevete, ma non sareste mai andate a cena. Il ragazzo o la persona che vai a una partita di calcio, ma non la potreste mai tollerare di vedere altrove. Aristotele dichiara che è l'amicizia dei giovani. Questo è, ancora una volta, una amicizia spesso-corta, amicizia, tenuta con persone che possono improvvisamente cambiare quello che vogliono fare e  senza una connessione al loro amico.

In entrambe queste amicizie l'altra persona non viene valutata "in sé" ma come mezzo per una fine. Piacere di uno e qualche cosa di utile nell'altro. Mentre queste sono elencate come amicizie "minori" a motivo del motivo, Aristotele si apre all'idea della più ampia e ultima forma di amicizia che trova la sua genesi in queste categorie.

 La categoria finale è l'amicizia "Vera". 

L'amicizia della virtù o l'amicizia del "bene". Queste sono le persone che ci piace per noi stessi, le persone che ti spingono ad essere una persona migliore.
La motivazione è che si cura per la persona stessa e quindi il rapporto è molto più stabile delle due categorie precedenti. 

Queste amicizie sono difficili da trovare perché le persone che fanno il taglio "virtuoso" sono difficili da trovare. Aristotele lamenta la rarità di tali amicizie, ma osserva che sono possibili tra due persone virtuose che possono investire il tempo necessario per creare un tale legame.

Mentre Aristotele ci incoraggia a cercare la "pura" forma di amicizia. Non pensa necessariamente che si debba essere una persona cattiva per avere amici dei due precedenti tipi. Tutti noi li abbiamo. 

Mentre ammette che alcuni piaceri siano cattivi per noi, egli chiama anche il piacere un bene che la gente vuole per trarne godimento. 

Il vero problema in queste amicizie è quando non riesci a capire che sono del tipo inferiore e non vengono fatti sforzi per trovarne delle migliori. 

Ma tutte le amicizie del piacere che ho adesso mi definiscono una persona cattiva?

Inizia a pensare alle tue amicizie. Non c'è qualcuno dei tuoi amici che vorresti conoscere meglio? Fallo! Se non funziona prova di nuovo. 

Aristotele è chiaro, le amicizie della virtù sono rare, potrebbe richiedere un po' di tempo. Prima che tutto funzioni, devi essere virtuoso. Non dovete essere subito un modello di virtù, anche Cicerone ha messo in dubbio quanto fosse virtuoso essere veri amici, ma una comprensione di "Philia" sarebbe utile.

In un mondo di connessioni sociali sempre più in crescita, la questione di quale amicizia "è veramente" una questione importante.
La guida di Aristotele, con le sue opinioni di diverse amicizie e la possibilità di miglioramento, sono un suggerimento molto necessario nel nostro mondo moderno.



Traduzione e adattamento: Ni.Gish.Zid.Da

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Nin.Gish:Zid.Da

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torna all'inizio

Torna all'inizio
Home page